Fraschetta Ariccia

Sei in cerca di una cena alternativa perchè non andare in una fraschetta di Ariccia?

Cenni storici della fraschetta di Ariccia

La fraschetta di Ariccia ha un' origine storica, il suo nome nasce dalle “frasche” ( ramoscelli ) che venivano esposti sulle insegne dopo la vendemma ( raccolta dell'uva ) e indicava che vi era stata una buona vendemmia e la fraschetta vendeva il vino novello e tale simbolo serviva anche come buon auspicio nel mantenimento del vino.
La fraschetta nasce a Frascati, anche la cittadina prende il nome dalla “frasca”, poi col passare del tempo perse il prestigio passando il testimone ad Ariccia.


La fraschetta di Ariccia nasce come cantina di umili contadini che rimettevano nelle botti di legno il vino e lo commercializzavano nella fraschetta. Coloro che si recavano da Roma ai Castelli Romani per lavoro o per vendere i loro manufatti prima di rientrare a casa nella capitale e affrontare il lungo viaggio si fermavano in queste cantine per degustare il vino locale.

In passato la fraschetta di Ariccia offriva infatti solo vino e nei migliori dei casi un po' di pane e qualche uovo sodo e piccoli stuzzichini avanzati dal pranzo. Il vino veniva servito in particolari contenitori di vetro:

  • nei barzilai contenitori da due litri;
  • nei tubbi contenitori da un litro;
  • nelle foglietta contenitori da mezzo litro.

All'inizio la fraschetta di Ariccia non era accogliente come oggi. Infatti presentandosi come una cantina, era illuminata da lanterne e riscaldata da piccoli focolai alimentati dalle potature della vigna. Nei migliori dei casi erano presenti vecchi tavoli e panche rimediate da conoscenti o da amici del “fraschettaro”.


Negli anni a seguirsi la fraschetta ad Ariccia si è modernizzata inserendo la cucina e ristrutturando la vecchia cantina fino a trasformarla in un piccolo ristorante rustico.


La fraschetta di Ariccia ai giorni odierni.

Oggi la fraschetta di Ariccia offre la degustazione di antipasti spesso composti da salumi e formaggi casarecci accompagnati da sott'aceti, bruschette, mozzarella di bufala, salsicce di cinghiale e coppiette di maiale. A seguire si possono degustare primi piatti caratteristici della cucina romana: ad esempio bucatini all'amatriciana, rigatoni alla carbonara, pennette all'arrabbiata e primi piatti con sugo di selvaggina, o qualunque altro piatto a nostra scelta, se disponibile.

Fraschetta AricciaPer i più coraggiosi che ancora non sono sazi è possibile degustare secondi piatti casarecci o classici sempre nei limiti della dispinibilità.


La fraschetta di Ariccia è inoltre famosa per la porchetta. Sembra che nei dintorni di Ariccia, o meglio nel Parco Chigi, si estendevano boschi di quercia popolati da maiali da cui si ricavò l'ormai famoso alimento.

Sulla tavola non manca di certo un buon vino dei castelli romani, pane cotto a legna e ciambelline al vino casarecce.

La fraschetta di Ariccia è frequentata anche da comitive di ragazzi che nel fine settimana prima di andare a divertirsi nei pub notturni o nelle discoteche non perdono occasione per degustare una cena casareccia e molto abbondante!

La fraschetta di Ariccia offre la possibilità di cenare anche sotto il cielo stellato dove si potrà godere dell’aria sana dei Castelli Romani e ammirare la tranquillità del piccolo paesino.


Faschetta di Ariccia per celiaci

La fraschetta di Ariccia si è aggiornata anche per i clienti celiaci, attrezzandosi con cucine apposite al fine di garantire cibi senza glutine. Per maggiori informazioni potrete consultare il sito della fraschetta di Ariccia Fuori Porta.



Fraschetta di Ariccia link utili

Per ulteriori informazioni potrete consultare i siti di alcune fraschette come l'Osteria n°1 & l'Osteria di Corte.

PROGETTO PATROCINATO DA:

    

Contatta Ace LAzio gratuitamente

In Evidenza

Corsi ed Eventi Culinari

Gennaio 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Vendita e Nolegio Gazebo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ristorazione